Pistoia dice no alle armi nucleari

57

Il 29 marzo 2022 si è riunita a Pistoia la Prima commissione consiliare per deliberare su una petizione, presentata da circa 400 cittadini, che esortava il Comune di Pistoia a sottoscrivere la campagna Italia ripensaci! per la messa al bando delle armi nucleari.

Il Punto Pace PaxChristi di Pistoia nel corso dell’ultimo anno ha coinvolto numerose associazioni e organizzazioni sia cattoliche che laiche: insieme hanno scritto a tutti i Comuni della provincia per sollecitare la loro adesione alla campagna. Finora l’unico Comune a sottoscrivere la propria adesione era stato quello di Quarrata; le associazioni hanno deciso di effettuare un’azione più incisiva nei confronti del Comune di Pistoia con una petizione abbinata a una raccolta firme. La petizione è stata depositata in Comune il 22 febbraio scorso e il 29 marzo la Prima commissione riunita per deliberare a nome dell’intero Consiglio comunale si è espressa in senso favorevole:

«Il Consiglio Comunale di Pistoia aderisce alla Campagna Italia Ripensaci! per la messa al bando delle armi nucleari e si impegna a chiedere al governo e al parlamento italiano di ratificare il Trattato Onu di proibizione delle armi nucleari (TPNW) entrato in vigore il 22 gennaio 2021 ma non sottoscritto dall’Italia».

Si tratta di un risultato importante per il Punto Pace, per Pax Christi e per le associazioni che si sono impegnate nel portare avanti questa iniziativa: Acqua Bene Comune Pistoia e Valdinievole, Agesci zona di Pistoia, Alleanza Beni Comuni, Anpi Pistoia, Arci Pistoia, Azione Cattolica Pistoia, Bottega del Mondo l’Acqua Cheta, Centro Espaces ‘Giorgio La Pira’, Cgil Pistoia, Cngei scout laici Pistoia, Coordinamento per la Democrazia Costituzionale, Libera Pistoia, Libera presidio don Peppe Diana, Lipu Pistoia, Pax Christi Punto pace Pistoia, Rete interdiocesana Nuovi Stili di Vita.

Unirsi, fare rete è il modo migliore per portare avanti le iniziative condivise e per raggiungere dei risultati. In un momento come questo, in cui la minaccia di un conflitto di grandi dimensioni, nel quale si ventila la possibilità dell’uso delle armi nucleari, incombe sul mondo, è più che mai importante ribadire il nostro no alla guerra, alle armi di ogni tipo e all’arma atomica in particolare. A tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa va il ringraziamento del Punto Pace.