«Necessario sostenere il corpo insegnante»

203

Sinodo Diocesano: il vescovo incontra il mondo della Scuola

Una sessantina i dirigenti ed i professori provenienti da tutto il territorio diocesano pistoiese che lo scorso giovedì hanno raccolto l’invito dell’incontro Sinodale che il vescovo Fausto Tardelli, ha voluto dedicare al mondo scolastico. I prossimi, previsti nelle prossime settimane, saranno rivolti al mondo della sanità ed alla cultura. Tra le criticità emerse nell’incontro presso l’aula magna del Seminario, che ha visto decine di interventi da parte del corpo docente presente, particolare attenzione verso la mancanza di luoghi ricreativi extrascolastici in grado di far vivere ai ragazzi ed alle ragazze altri luoghi da condividere fuori dalle ore di studio, la solitudine – sempre più percepita anche dal corpo insegnante – dei ragazzi davanti all’utilizzo dei social, un crescente lassismo da parte delle famiglie nel cercare di sostenere le ragazze ed i ragazzi; ma anche una anamnesi lucida della necessità di ripensare e ricentrare la scuola, rendendola non più un qualcosa di grigio, malandato e triste, ma appetibile tanto da conquistare gli interessi delle studentesse e degli studenti.

Le sfide per la scuola sono tante e quello che è emerso negli interventi iniziali del vescovo Tardelli e del responsabile dell’Ufficio scolastico diocesano, Edoardo Baroncelli, è proprio la necessità di mettersi in ascolto di queste tante voci e ricordare come la Chiesa, tutta, sia schierata a sostegno di questo pilastro della nostra società, mettendo come obiettivo condiviso – e fondamentale – l’educazione delle ragazze e dei ragazzi.

«La Chiesa di Pistoia – sottolinea il vescovo – si mette in ascolto ed a disposizione di queste realtà, con un messaggio: è necessario supportare il corpo insegnante che è un mestiere speciale, ancor di più dopo la pandemia, si è ritrovato a gestire nuove e maggiori difficoltà nella sfida educativa dei nostri ragazzi, vedendosi spesso non riconosciuto questo ruolo così importante».

«Nelle prossime settimane, proprio per fotografare in modo più dettagliato la situazione di criticità del mondo scolastico sottolinea il responsabile dell’Ufficio scuola della diocesi, Edoardo Baroncelli – l’Ufficio scuola condividerà con gli istituti del territorio uno studio sulla dispersione scolastica giovanile, fenomeno che, sulla base dei primi dati elaborati, risulta sempre più presente ed impattante anche sui nostri territori».

Dario Cafiero