Il giro delle sette chiese dei Fratelli della Misericordia

239

Per il Giovedì Santo si ripete la tradizionale visita nel centro storico di Pistoia

Si ripete come ogni anno il rito della “processione delle sette chiese” da parte dei Fratelli e Sorelle della Misericordia di Pistoia, appuntamento consueto che da oltre ben 5 secoli testimonia la propria coerenza di Associazione cattolica con la propria tradizione.
Dopo due anni di stop a causa della pandemia, la Misericordia di Pistoia riprende il solito programma, con la Messa alle ore 19.00 nella chiesa della Misericordia in via Can Bianco, al termine della quale sarà offerta un “agape fraterna” come condivisione conviviale pasquale nella Sala Riunioni della sede di via Can Bianco per poi iniziare successivamente la processione del “giro delle sette chiese” per le vie cittadine, con le vesti storiche e le nuove divise colorate da parte del Fratelli e Sorelle, che come sempre avranno al seguito tante persone che accompagneranno questo gesto di fede con la fiamma accesa delle candele per una lunga luminaria nelle vie del centro storico.

«Si tratta di un momento importante per la vita della nostra Comunità – rammenta il Presidente Sergio Fedi – per testimoniare le origini e la coerenza della nostra Associazione centenaria, ma anche la voglia di mettere insieme tradizione e quotidianità come l’accostarsi delle vesti storiche e le nuove divise: insomma tener conto del passato per vedere al futuro».

Le chiese che verranno visitate saranno la chiesa della Misericordia, chiesa delle Clarisse, chiesa di San Bartolomeo, la Cattedrale, chiesa della Madonna, chiesa di San Francesco, chiesa di Sant’Ignazio, per poi tornare alle chiesa della Misericordia dove avverrà la benedizione delle “scole” e vin santo per tutti i partecipanti alla processione.
Tutta la organizzazione della cerimonia sarà curata dal Correttore della Misericordia di Pistoia Don Giordano Favillini con il supporto di Fra Marco Vinicio Baldi assieme al Coordinamento dei Servizi della Misericordia.

La Misericordia informa che tutta la cittadinanza è invitata ad unirsi ai Fratelli e Sorelle per l’intera cerimonia.