Il Maggio a Valdibrana tra eventi e preghiera

1057
La Chiesa di San Romano in rapporto al Santuario esistente. (Foto Jacopo Bellomo)

Il rettore del Santuario presenta le novità e gli appuntamenti del mese dedicato alla Madonna

Il Maggio a Valdibrana si presenta quest’anno ricco di appuntamenti e novità. «Il primato — spiega il parroco e rettore del Santuario Pierluigi Biagioni — va alla dimensione spirituale, per questo mi preme evidenziare le celebrazioni di apertura e chiusura del Mese mariano presiedute dal Vescovo Tardelli, per esprimere il fatto che si tratta di un momento ecclesiale, diocesano, che mette al centro la figura di Maria»; Monsignor Tardelli infatti, celebrerà la Messa lunedì 1 maggio alle 18 e, sempre alle 18, mercoledì 31.

«Ogni giorno — spiega don Biagioni — alle 8 e alle 18 sarà celebrata la Messa al Santuario; quella delle 18 il Sabato e quelle delle 11 e delle 18 la Domenica saranno celebrate nell’aula liturgica. Il Santuario vuole anche esprimere un senso di accoglienza spirituale con le confessioni tutti i giorni dalle 8.30 alle 10 e dalle 16 alle 18 eccetto la domenica.

La domenica infatti, vuole essere un momento diverso con qualche attenzione particolare ed eventi: dalla presentazione del libro di don Gianni Castorani (Una vita in più. Un cammino di rinascita e fede, Piemme 2023), al Cantar Maggio; poi la domenica 21 ci sarà la gara di pittura ex tempore per bambini e adulti, ma anche una riflessione mariana nell’aula liturgica e domenica 28 un momento di valorizzazione del Magnificat con un evento in musica e danza. Mi premeva fare un percorso che fosse integrato con le iniziative della Pro loco e offrisse anche il senso di una dimensione paesana pronta all’accoglienza dei pellegrini».

Per rendere più coinvolgente e sicuro il pellegrinaggio a piedi al Santuario don Pierluigi ha individuato anche un nuovo percorso: «Abbiamo messo a punto una via di pellegrinaggio un po’ più tranquillo, da fare in un clima di silenzio, per arrivare al Santuario con tranquillità. La preoccupazione è quella di evitare il traffico di Via di Valdibrana, per realizzare il pellegrinaggio in una maggiore sicurezza, ma anche il desiderio di dedicare più attenzione al territorio».

Questo è il primo Maggio di don Pierluigi a Valdibrana, dove è arrivato in qualità di parroco e rettore del Santuario nell’ottobre scorso: «il fatto che in questa parrocchia ci sia il Santuario — spiega — è una grande possibilità di annunciare il Vangelo, di accoglienza dei pellegrini, di incontro con persone che hanno tante attese e difficoltà. Dopo tre anni di servizio accanto ai malati alle Molinette di Torino ho maturato una particolare sensibilità per il mondo della sofferenza e l’accompagnamento. Anche questo luogo diventa un’occasione di grazia per tante persone».

Per il mese di Maggio non mancano altri eventi, come il tradizionale pellegrinaggio dell’Unitalsi sabato 27 maggio «che si propone dunque – spiega Biagioni – come una giornata di preghiera particolare per i malati. Il programma poi, si inserisce nel cammino del Sinodo, grazie all’incontro con Luigi Maria Epicoco venerdì 12 maggio alle 18 nell’aula liturgica».

Da sabato 29 aprile al Santuario sarà aperto anche il mercatino per l’impegno di volontari che si rendono disponibili nel gestirlo ma anche nel personalizzare molti oggetti. Il mercatino è aperto dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19 e la domenica anche la mattina dalle 9 alle 12.30.

Daniela Raspollini