In città un “innamorato” dell’Eucarestia

246

Arnoldo Mosca Mondadori il 23 settembre sarà a Pistoia a confronto con studenti. In programma anche una preghiera pomeridiana a Arnoldo Mosca Mondadori S. Bartolomeo

Sarà di nuovo a Pistoia Arnoldo Mosca Mondadori. Il noto imprenditore, editore, scrittore e poeta, impegnato in diversi progetti sociali, testimone stupefatto della Presenza viva e reale di Cristo nel Pane eucaristico, era già stato accolto nella nostra città nell’ottobre del 2021. Autore di tre importanti pubblicazioni sull’Eucarestia – La rivoluzione eucaristica (2015), Il farmaco dell’immortalità. Dialogo sulla vita e l’Eucarestia (2019) e Cristo ovunque (2021) – tornerà a farci visita sabato 23 settembre, in un incontro (con inizio alle ore 10) organizzato nell’auditorium del Liceo scientifico Amedeo di Savoia duca di Aosta, dove saranno presenti alcune classi di studenti del Liceo scientifico e del liceo
classico Niccolò Forteguerri. Porterà ai giovani e a quanti lo ascolteranno la testimonianza di come il mistero di un Dio nascosto nella piccolezza dell’Ostia consacrata gli si sia rivelato per puro dono, già da bambino, quando aveva nove anni.

Alla sua seconda Comunione sentì come una ferita e insieme una grande gioia, una grande beatitudine, quella che solo Gesù può dare. Scoprì in quel Pane che viene dal cielo la Presenza vivente, concreta, storica di una Persona: il Cristo. Da allora l’Eucarestia non ha mai cessato di essere il centro della sua vita quotidiana, la sorgente di un’energia che si trasforma in carità. «A noi spetta solo aprirci – ha detto – chiudere gli occhi davanti al Tabernacolo e lasciare che lui giunga nel cuore e ci doni la sua grazia meravigliosa,
la Sua luce. Vedremo i frutti dell’adorazio e nella nostra vita di tutti i giorni,
vedremo l’energia che Lui ha portato nel cuore sprigionarsi verso gli altri, verso le persone che amiamo, ma anche verso le persone che fino a ieri giudicavamo. L’energia eucaristica non è solo per noi: Lui la dona affinché noi possiamo donarla agli altri: è il Suo amore che Lui moltiplica anche attraverso di noi».

Ed è proprio da questa energia eucaristica che nascono i progetti della Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti, di cui Mondadori è presidente. Si tratta del progetto Il senso del pane e del progetto Metamorfosi. Il senso del pane, nato all’interno del Carcere di Opera ma oggi diffuso in tutto il mondo, vede impegnate persone detenute responsabili di crimini anche molto gravi dei quali si sono pentite.

In un laboratorio eucaristico producono con le loro mani le ostie che poi, donate al Papa ed alle parrocchie che ne fanno richiesta, saranno consacrate sugli altari del mondo, divenendo Corpo di Cristo. Dalle mani degli ultimi ecco scaturire quello che diverrà il Pane della vita, il Pane che guarisce e “ci fa tornare vivi, pieni di speranza”. Anche il progetto Metamorfosi nasce all’interno della Casa di Reclusione Milano-Opera dove si trova un laboratorio di Liuteria e Falegnameria. Qui cinque persone regolarmente assunte, guidate da un esperto liutaio, con il legno dei barconi dei migranti che spesso non ce l’hanno fatta costruiscono dei violini ed altri strumenti musicali. Il legno dei relitti ha conosciuto la sofferenza, la disperazione, la morte di tante persone alla ricerca di pace, di una vita migliore, della dignità, diritto inalienabile di ogni uomo. Ebbene quel legno così carico di sofferenza, trasfigurato in un violino, diventa capace di canto, di note, di musica in grado di far risuonare quei sogni che le persone di quei relitti cercavano di realizzare.

La visita di Arnoldo Mosca Mondadori continuerà nel pomeriggio di sabato 23 settembre alle ore 15.30 nell’Auditorium dell’Antico Palazzo dei Vescovi in Piazza Duomo. L’incontro, aperto a tutti, ha un titolo “Un Mistero molto amato”. Quel Mistero è l’Eucarestia, è Cristo nascosto nel Pane, Presenza reale del suo Amore per tutti. San Francesco, piangendo grandi lacrime per il Signore crocifisso, vorrebbe aver avuto leali invincibili di un’aquila per gridare sulle città l’Amore non è amato! Com’è possibile che gli uomini possano amarsi se non amano l’Amore?.

La visita di Arnoldo Mosca Mondadori si concluderà alle ore 18 con la Santa Messa nella chiesa di San Bartolomeo, sede dell’Adorazione Eucaristica Perpetua presente nella città di Pistoia dal 2005.

Laura Pozzi, Adorazione Eucaristica Perpetua di Pistoia